TRENODIA
TRENODIA

27 min

Lingua: Italiano

Trama

TRENODÌA
di Giulio Boato e Lorenzo Danesin, da un’idea di
Mariangela e Vinicio Capossela (27’)
Trenodìa o ‘canto funebre’, reinterpreta al presente,
attraverso i linguaggi contemporanei delle arti
performative, il valore civile, spirituale e rigenerativo
del pianto rituale. Un progetto di arte partecipata
di Mariangela e Vinicio Capossela, realizzato
nell’ambito di Matera Capitale Europea della
Cultura 2019, che ha preso forma in performance
itineranti e nell’omonimo documentario di Giulio
Boato e Lorenzo Danesin.

All’uscita dalla sala, il pubblico potrà partecipare
presso il Giardino del Cavaticcio a un corteo guidato
dal trenodòs Andrea Tartaglia, accompagnato da
prefiche e guidato da musicisti, suoni, lamentazioni
e orazioni civili. L’esperienza live di Trenodìa e della
sua restituzione cinematografica, tra azione, visione
e documentazione, saranno al centro del successivo
incontro (ore 17.30) alla Biblioteca Renzo
Renzi intitolato Avant et après l’image, a cura di
Francesca Comisso (a.titolo) con lo storico e critico
d’arte Francesco Bernardelli, Mariangela e Vinicio
Capossela, Giulio Boato e Lorenzo Danesin
In collaborazione con MAMbo e a.titolo di Torino

Orari
Posti
Seleziona un orario
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.